Cecità

CORRADO CALDA
Cecità

Ispirato al celebre romanzo di Josè Saramago
“SECONDO ME NON SIAMO DIVENTATI CIECHI, SECONDO ME LO SIAMO,
CIECHI CHE VEDONO, CIECHI CHE, PUR VEDENDO, NON VEDONO.”

 

dal 31 marzo al 2 aprile 2017 con i seguenti orari:
venerdì dalle 20:30 alle 23:00
sabato dalle 14:00 alle 21:00
domenica dalle 14:00 alle 21:00

 

Cecità è un esperienza aperta a tutti che conduce le persone bendate a confrontarsi con il proprio buio interiore, per scoprire che “sentire” è la vera fonte di luce. In “Cecità” il personaggio nasce dalla reazione che i partecipanti hanno al buio, non un’azione quindi ma una “reazione alla situazione” che determina la drammaturgia e i caratteri.
Lavorare sul romanzo “Cecità” di Saramago è quanto di più attuale ci sia. Come nei miti il testo ha una posizione profondamente umana, è un testo sulla capacità che abbiamo di accettare il dolore, le sconfitte che la vita ci infligge, nel buio della vita in cui a volte ci troviamo l’unica cosa che conta è reagire. Ed è come reagiamo all’ “ineluttabilità” degli eventi che cambia il corso delle situazioni e nel caso specifico sviluppa la situazione teatrale.

“Cecità” è un manifesto contro la “resistenza all’impegno” dilagante, contro lo strapotere dell’ “immagine”, ed è un nuovo modo di “vedere” e conoscere noi stessi dalle e nelle profondità interiori dell’oscurità.

AI PARTECIPANTI
Consigliato un abbigliamento comodo.
Lettura del romanzo “Cecità” di José Saramago e/o vedere il film Blindness

 

Per chi arriva da fuori Torino potete contattare il B&B
www.ilfilodiariannabbb.it
convenzionato con noi.

 

CORRADO CALDA attore, autore e regista
In concorso al David di Donatello nel 2008 come attore e sceneggiatore per il film Sweet Sweet Marja, ha vinto con una pièces teatrale “Wolfi, lo scemo del villaggio” il “Premio speciale della Giuria” nel concorso scrittura teatrale Teatro Fara Nume III edizione nel 2009, due sue sceneggiature sono state premiate con l’Interesse Culturale dal Dipartimento Cinema.
Il suo cortometraggio “Chanel” del 2010 ha vinto il Filmare Film Festival di Ostia, menzione speciale al quarto Video Festival di Udine e menzione speciale al Cortoginosa sezione diritti umani premio Amnesty International.
Come sceneggiatore/attore: “La piantina”, il corto é vincitore del festival Corti città di Roma, International Film Festival Anica – Nanny Loy, finalista premio DAMS 2002, selezionato tra i migliori corti FEDIC del decennale 1991 – 2001.
Laureato al D.A.M.S in drammaturgia si è diplomato in recitazione presso la “Bottega Teatrale di Vittorio a Gassman” e ha perfezionato i suoi studi all’Atelier della Costa Ovest conseguendo altri due diplomi “Artisti dello spettacolo”, “Artisti di scena”.
Ha lavorato in Teatro con registi come Caludio Longhi, Amedeo Amodio, Alfonso Santagata, Luca Ronconi, Enrique Vargas, Lorenzo Loris, Franco Brambilla, Laura Pasetti, Alessandro Bergonzoni, Carmelo Rifici, Robert Carsen Silvia Donadoni e Raffaele Spina.
In TV ha lavorato nelle seguenti serie televisive “Doppio Segreto” di Marcello Cesena, “Turbo” (coprotagonista) di Antonio Bonifacio, “Uno Bianca” di Michele Soavi, “Part – time” di Angelo Longoni, “La Notte di Pasquino” di Luigi Magni.
Nel Cinema nel film “I Volontari” e “Io faccio Rock” (coprotagonista) di Domenico Costanzo, “Cinquecento” di Robbiano, “A.A..A… Achille” di Giovanni Albanese, “Sweet Sweet Marja” (protagonista) di Angelo Frezza, “L’eredità è dietro l’angolo” di Carlo Sarti e “Verso il Messico” di Stefano Grisoni In Teatro ha realizzato decine di regie tra cui: “Testo preTesto”, “Il figlio di Maria”, “Passione Domini”, “Vite di compensato”, “Quattro ritratti di madri”, “Polvere” “Il labirinto degli uomini libro”, “Gameover”, “Il tascapane”, “Piacenza Opera pizza”, “L’opera da tre soldi”, “Preghiera Volgare” e “Terranuova – storia di un eroe borghese”.